I marchi italiani FIZIK e KASK, VOLANO in GIALLO AL TOUR DE FRANCE pubblicato il 31/07/2019
 
 

FIZIK, L’EN PLEIN È SERVITO SUL PODIO DI PARIGI

Tripletta sul podio del Tour de France per fizik con Bernal, Thomas e Kruijswijk
 
Photo Credit: Poci's 

31 luglio 2019 - Pozzoleone. Con il successo di domenica Egan Bernal è entrato nella storia del Tour de France come vincitore più giovane delle 106 edizioni della Grande Boucle. Con il Team Ineos festeggia anche fizik che ha ottenuto una tripletta di atleti sul podio finale grazie al colombiano del Team Ineos, al vincitore dell’edizione 2018 Geraint Thomas, secondo, e al terzo posto dell’olandese Steven Kruijswijk del Team Jumbo-Visma. 

Una delle edizioni del Tour più incerta degli ultimi anni che alla fine ha visto Egan Bernal a bordo della sua sella fizik Antares R1 prendersi la classifica generale per 1:11 sul suo compagno di squadra Geraint Thomas (sella fizik Arione R1 e scarpe fizik Infinito R1 Knit), con Kruijswijki al terzo posto (sella Antares 00). 

Bernal ha anche vinto la maglia bianca come miglior giovane ed è arrivato secondo nella classifica della maglia a pois: “Penso che oggi io sia il ragazzo più felice del mondo. Ho appena vinto il Tour de France. Non ci posso credere”, ha detto Bernal nel suo discorso sul podio. Rivolgendosi poi ai tanti connazionali presenti che sventolavano le bandiere colombiane ha promesso che aggiungerà altre vittorie in futuro. 

Al di là del prestigioso podio finale di Kruijswijk, tutto il Team Jumbo-Visma ha disputato tre settimane magnifiche. Tutto era iniziato con Mike Teunissen, primo vincitore di tappa e prima maglia gialla a Brussels, seguito dal successo di squadra nella cronometro a squadre della seconda tappa e dalle vittorie di di Dylan Groenewegen (sella fizik Arione 00) e Wout van Aert. 

Il successo al Tour de France di fizik è stato completato dall’ottima prestazione di tutto il team spagnolo della Movistar che, con scarpe e selle fizik, ha vinto la classifica a squadre con tre corridori nella top 10: Mikel Landa, Nairo Quintana e il campione del mondo Alejandro Valverde. 
Un successo totale per il brand italiano che a Maggio aveva già conquistato il Giro d’Italia con Richard Carapaz (sella Antares 00 e scarpa Infinito R1).

 
 
 

KASK, ANCORA UN TRIONFO AL TOUR DE FRANCE

Photo Credit: Poci's


Dopo le vittorie di Bradley Wiggins, Chris Froome e quella di Geraint Thomas dell’anno scorso, nuovo successo a La Grande Boucle per il marchio di caschi italiano KASK, questa volta con Egan Bernal del Team Ineos che ha vinto il suo primo Tour de France davanti al compagno di squadra Geraint Thomas.

Utopia, Valegro e Protone, sono solo alcuni dei caschi KASK che il Team Ineos ha indossato nelle tre settimane di gara da Brussels a Parigi. Il Team Ineos ha utilizzato i caschi KASK sin dalla sua nascita (come Team Sky) nel 2010. Quella di Bernal è la settima vittoria al Tour de France per KASK, ottenute con quattro corridori diversi.

Al Tour tutti i corridori del Team Ineos hanno potuto scegliere il modello più adatto alle loro caratteristiche e al profilo delle 21 tappe. Con le temperature record che hanno colpito l'Europa durante l'ultima settimana del Tour, nelle tappe alpine e pirenaiche, dove avere un casco leggero e ben ventilato è fondamentale, i corridori del Team Ineos hanno scelto il Valegro e il Protone mentre per le frazioni pianeggianti, dove l'essere aerodinamici aiuta a salvare watt preziosi, la scelta è caduta sull’Utopia.

La collaborazione di KASK e il Team Ineos e prima ancora con il Team Sky ha prodotto anni ricchi di soddisfazioni, anni ricchi di vittorie ma soprattutto anni intensi di ricerca e sviluppo. La spinta del team verso l’innovazione e la cura dei dettagli ha trovato terreno fertile in KASK che condivide gli stessi valori e ambizioni del Team.

In pochi anni sono stati sviluppati e lanciati caschi che hanno rivoluzionato il modo di andare in bici, caschi che sono diventati iconici – come il Mojito e il Protone, solo per citarne alcuni. La ricerca aerodinamica ha portato KASK a lanciare nel 2012 il modello Bambino Pro, un casco che ha stravolto le regole del gioco, diventando il riferimento per le cronometro, le gare su pista
e l’Ironman. La continua ricerca verso l’innovazione è stata alla base dei caschi Valegro e Utopia, utilizzati in questo trionfale Tour de France.




 ;

JASPER PHILIPSEN VINCE LA 115^ MILANO-SANREMO Remco Evenepoel wins final stage of Paris-Nice Jonas Vingegaard vince la 59^ Tirreno-Adriatico. A Jonathan Milan [...] JONATHAN MILAN VINCE LA QUARTA TAPPA DELLA TIRRENO-ADRIATICO E [...]