Philippe Gilbert conquista Monaco pubblicato il 27/11/2022
 

Philippe Gilbert conquista Monaco  
Il campione del mondo 2012 vince il Criterium di Beking in una giornata all’insegna dello sport e della solidarietà.

Monaco, 27 novembre 2022 - Philippe Gilbert ha scelto il modo migliore di concludere una carriera impeccabile. Sul circuito disegnato sulle strade di Monaco l’iridato e vincitore di quattro classiche monumento, si è aggiudicato la seconda edizione di BEKING davanti a MIchael Matthews e Tadej Pogacar, rispettivamente secondo e terzo al traguardo. Il premio per il corridore più combattivo è andato a Matej Mohoric che si è dimostrato particolarmente attivo durante tutto lo svolgimento della competizione. Un prestigioso ordine d’arrivo, quello del criterium dei professionisti che si è svolto su un circuito di 1.350 metri, attorno al Port Hercule, da ripetere per quaranta giri.

Sono davvero contento! conferma un entusiasta Philippe Gilbert. Oggi ho vinto tutti gli eventi della giornata. La Pro-Am questa mattina per un solo secondo e oggi pomeriggio invece, assieme a tutti i professionisti è stata tutt'altra cosa. Con il livello di atleti che ci sono qui a Monaco non è stato semplice. La corsa è stata veloce e mi sono divertito molto a pedalare in compagnia di questi grandi campioni per un evento benefico. E’ bello terminare la carriera così. Ormai sono 13 anni che vivo qui e finire così il mio percorso da professionista è davvero stupendo. Beking è un bellissimo progetto iniziato l’anno scorso. Ogni anno migliora e quest’anno è stato ancora  più bello. Sono sicuro che crescerà anno dopo anno. Il mio sogno è di tornare qui tra 10/15 anni e vedere migliaia di tifosi e famiglie sul percorso Come ambassador il nostro obiettivo è di promuovere il nostro fantastico sport. Siamo sulla buona strada. Il miglior messaggio sarebbe ritrovare uno dei bimbi che ha corso qui oggi diventare professionista tra 15 anni. conclude Philippe.

 

Correre qui a Beking qui a Monaco per la seconda volta è veramente fantastico ha dichiarato Tadej Pogacar dopo il traguardo. È un evento unico e siamo anche stati fortunati con il meteo. È stata un’ora di corsa molto intensa, con un ritmo alto. Sono felice di aver contribuito al successo di questo evento e voglio ringraziare tutti per questa bella giornata.”
 

È bello avere un evento così a Monaco che riesca a portare il ciclismo ancora più vicino alle persone, ai bambini e ai fans ha commentato Matej Mohoric dando loro la possibilità di vedere dal vivo i campioni che seguono in tv. è stata una gara dura fin dall’inizio, ho provato a vincere con un’azione solitaria però mi hanno ripreso quando mancavano solo due giri: alle mie spalle c’erano i corridori più competitivi del panorama mondiale.” 

Beking è incredibile ha spiegato Michael Matthews. Vivo a Monaco da dieci anni, percorro queste strada con la mia bici ogni singolo giorno, ho una figlia di cinque anni e per me è veramente importante essere qui per supportare gli enti benefici e la sicurezza stradale per i più piccoli, oltre che aiutarli ad approcciarsi al ciclismo. La gara è stata molto dura, sono uscito stamattina per allenarmi un po’ e sono tornato in città nel pomeriggio per essere pronto ad affrontare questo circuito che trovo davvero molto bello, con i due tornanti che lo rendono ancora più dinamico. Io Tadej e Phil siamo andati in fuga nel momento giusto ma lui era semplicemente il più forte oggi."

 

 

La giornata ha offerto anche un’occasione unica per gli amatori, gli sport ambassador e le atlete della categoria women Elite per divertirsi e correre in nome della solidarietà. La giornata è stata infatti aperta dall’esibizione di beneficenza Pro-Am. 

La squadra capitanata da Philippe GIlbert e Clement Champoussin, si è aggiudicata il primo premio seguita dal team di Matej Mohoric e Robert Stannard, secondi. il team di  Peter Sagan e Matteo Moschetti completano il podio.  
I proventi, risultanti dalle iscrizioni alla corsa, si sommeranno poi al ricavato dell’asta di beneficenza - che si terrà questa sera - per tradursi in aiuti preziosi e concreti a sostegno degli enti benefici coinvolti nel progetto.

I bambini sono state le vere star del progetto. Un gremito gruppetto di giovani si è schierato alla partenza di Port Hercule per affrontare assieme ai genitori per divertirsi in piena sicurezza sul percorso trasformatosi in una vera propria festa oltre che un emozionante momento di condivisione sportiva. 

Un vero successo di pubblico che si è dato appuntamento anche quest’anno a Monaco per una seconda edizione che, oltre a confermare le aspettative, dimostra come i temi della mobilità sostenibile, della sicurezza stradale e del ruolo dello sport nel tessuto sociale siano oggi di altissima priorità. 

"Oggi è stata una giornata speciale per tutti gli amanti delle due ruoteha detto Claudia Morandini a nome di CMT e AWE Sport, organizzatori dell’evento.I professionisti hanno regalato un grande spettacolo ai presenti e Gilbert ha chiuso in bellezza una carriera fantastica.  Il coinvolgimento dei bambini nell'evento del mattino è stato il momento più emozionante. I giovani sono il nostro futuro ed è su questo che vogliamo puntare. Voglio ringraziare tutte le persone che hanno reso possibile questo evento: dai corridori, alle istituzioni, associazioni, partners e volontari i quali hanno garantito la sicurezza della manifestazione. Il nostro è un evento che sta ancora muovendo i primi passi e che vogliamo fare crescere con l'aiuto di tutti coloro che, come noi, mettono il futuro dei bambini e l'aiuto per il prossimo al primo posto."

 

 

 

“Beking Monaco è un evento che sostiene associazioni benefiche attraverso il ciclismo mentre sensibilizza sempre più persone all’uso della bicicletta, sinonimo di mobilità sostenibile. La manifestazione, organizzata da CMT e AWE, è aperta al pubblico, e si svolgerà il 27 Novembre al Port Hercule di Monaco, con attività all’insegna dello sport e della solidarietà."




 ;

CAMPIONATI CICLOCROSS 2023: FONTANA CAMPIONE ELITE UOMINI SU TONEATTI [...] TIRRENO-ADRIATICO: RITORNA L'ARRIVO IN SALITA I ciclisti italiani piangono Davide Rebellin Philippe Gilbert conquista Monaco