Team Colpack Ballan CSB: PERSICO, 2°, SFIORA IL COLPACCIO A UMAG pubblicato il 13/03/2023

Team Colpack Ballan CSB:

PERSICO, 2°, SFIORA IL COLPACCIO A UMAG

 
 
(Davide Persico ha sfiorato il successo nell'ultima tappa dell'Istrian Spring Trophy).

 
UMAG, 12 marzo: Secondo posto di pregio per il Team Colpack Ballan CSB che nella tappa finale dell’Istrian Spring Trophy vede Davide Persico sfiorare il successo di prestigio.
 
La vittoria di giornata è andata allo sloveno Tilen Finkst (Adria Mobil) che sul traguardo di Umag ha preceduto, dopo 114 km, proprio il nostro Persico e lo svizzero Arnaud Tendon della Tudor Under 23. La prova, corsa su ritmi velocissimi, è durata 02:30:41.
 
Il DS Flavio Miozzo lo aveva anticipato nei giorni scorsi. “Andiamo forte, bisogna solo avere pazienza”. E di sangue freddo i ragazzi in maglia Colpack Ballan CSB ne hanno avuto parecchio. Subito le parole di Persico:
 
“Un secondo posto di livello internazionale è sempre da tenere in considerazione. Peccato solo per il finale in cui mi sono fatto rimontare. Dalla Lunga mi ha lanciato ai 300 metri, forse un tantino presto, trovandomi così al vento in anticipo sulla volata ideale. Inoltre, il vento contrario e la leggerissima pendenza hanno favorito il ritorno degli avversari che ai meno 30 sono passati avanti. Si tratta comunque di atleti di livello e molto veloci”. 
 
La corsa istriana, che è andata per quanto riguarda la graduatoria generale a Tijmen Graat (Jumbo-Visma Development Team) in 10:12:17, è partita subito ad un ritmo vertiginoso come racconta ancora Persico.
 
“Si partiva subito in salita, a grande andatura. Si lottava per la graduatoria generale, essendo la classifica molto corta. Nonostante i 44,5 km/h di media nei primi 90 minuti tutto è rimasto controllato fino allo sprint”. 
 
Il corridore bergamasco aggiunge: “Abbiamo trovato un modo diverso di correre rispetto all’Italia, con corridori molto aggressivi che ti passano da tutte le parti. Si devono avere tanti occhi, ma ti abitui ai ritmi più alti”.
 
E’ il DS Flavio Miozzo che allarga l’analisi a tutto il team: “L’obiettivo di oggi era questo. Nelle corse non è facile realizzare quanto pianificato e nel finale si doveva sgomitare parecchio con 4 rotonde negli ultimi 2 km era un bel rischio. Sono stato contento del risultato. Si può vincere o perdere per un’inezia, come oggi, ma noi c’eravamo”. 
 
LA SQUADRA E LA CORSA: “Abbiamo avuto modo di passare 12 giorni all’estero, una specie di ritiro. Ognuno ha avuto le sue possibilità, non sempre siamo stati fortunati. Meris, giunto 14° nella generale, sta crescendo. Nella tappa in salita era tra i primi. Un piccolo guasto lo ha privato del piazzamento”.
 
Anche nella frazione allo sprint del primo giorno è rimasto un rammarico. “Abbiamo ottenuto un 9° con Della Lunga, ma la vittoria poteva essere nostra. Ci è mancato per una caduta Alessandro Romele. Nel complesso tutti si sono mossi bene. Ora torniamo a casa con un ottimo lavoro nelle gambe e con fiducia. Come se avessimo sostenuto un ritiro. Siamo cresciuti con tutti”.
  
ROMELE: Il bergamasco, protagonista di 2 sfortunate cadute ha rassicurato sulle sue condizioni di salute. “Ora non sono al top perché abbiamo preso anche tanta acqua, che per me si è aggiunta alle botte con ematomi su entrambi i fianchi. Devo recuperare, ma conto di essere presto in sella”. Ci vorrà solo del riposo e un poco di pazienza per rivederlo in corsa.
 
SAN PIETRO IN GU: Nel frattempo la formazione di Antonio Bevilacqua, del presidente Beppe Colleoni, delle famiglie Ballan e D’Aprile, era impegnata anche a San Pietro in Gu, dove sabato è arrivato il piazzamento con il madrileno Ruben Sanchez, 8°.
 
ANCHE SANCHEZ KO: Nella prova di domenica invece caduta per Sanchez allo sprint. L’iberico ha riportato un vasto ematoma sopra l’anca. Da valutare le sue condizioni. 
 
PROSSIMI IMPEGNI: Ci si prepara ora ad un periodo di impegni di livello assoluto. I convocati saranno resi noti a breve.
 
17 aprile Belgio: Youngster Coast Challenge, a Leuven, dove lo scorso anno Persico fu 3°
19 aprile Italia: Popolarissima
26 aprile Belgio: Gent Wevelgem
1 maggio: GP Francoforte
7 maggio: Paris Roubaix 
 
ORDINE D'ARRIVO
 
1. Finkst Tilen (Adria Mobil) in 02:30:41
2. Persico Davide (Team Colpack Ballan)
3. Tendon Arnaud (Tudor Pro Cycling Team U23)
4. Proc Bartlomiej (Santic-Wibatech)
5. Neuman Dominik (Elkov-Kasper)
6. Räim Mihkel (ATT Investments)
7. Wafler Tim (Tirol KTM Cycling Team)
8. Weiss Fabian (Tudor Pro Cycling Team U23)
9. Rottmann Jonathan-Malte (Saris Rouvy Sauerland Team)
10. Potocki Viktor (Ljubljana Gusto Santic)        
 

(Uno scatto con l'ex compagno di team Alessio Martinelli. Sotto le condizioni meteo avverse dei giorni scorsi)


 
SUCCESSI 2023:

1 - 25 febbraio - Francesco Della Lunga - Firenze Empoli 
2 - 25 febbraio - Davide Persico - Coppa San Geo 

PISTA:
  1. Samuel Quaranta Scratch -San Sebastian  Spagna 
  2. Samuel Quaranta Corsa a punti - San Sebastian Spagna 



 ;

TADEJ POGACAR ha vinto il GIRO D'ITALIA edizione 107 - TIM MERLIER [...] LA MAGLIA ROSA TADEJ POGACAR VINCE LA VENTESIMA TAPPA DEL GIRO [...] ANDREA VENDRAME VINCE LA DICIANNOVESIMA TAPPA DEL GIRO D’ITALIA [...] TIM MERLIER VINCE LA DICIOTTESIMA TAPPA DEL GIRO D’ITALIA TADEJ [...]