Uci World Series: Andreas infiamma Lenzerheide, ottima prova per Chiara Teocchi e Alessio Agostinelli. pubblicato il 14/06/2023
 

Uci World Series: Andreas infiamma Lenzerheide, ottima prova per Chiara Teocchi e Alessio Agostinelli.
 

Seconda prova di coppa del mondo per i portacolori del team KTM PROTEK ELETTROSYSTEM. Questa volta si va oltre confine, nella vicina Svizzera, a Lenzerheide. 
Nella giornata di Giovedì Andreas Vittone e Chiara Teocchi hanno partecipato alla prova di xcc, dove per l’occasione Limar, partner ufficiale per quanto riguarda i caschi, ha creato una colorazione appositamente dedicata.
Andreas, è in ottima forma e si è preparato a lungo per questo importante appuntamento. Parte bene, si posiziona con il gruppo dei primi e chiude la sua personale sfida in sesta posizione centrando una top ten dal sapore mondiale. Nella prova femminile, Chiara è determinata a fare bene. Parte nelle retrovie, recupera qualche posizione e termina al traguardo in ventisettesima piazza.
Davanti ad una folla gremita, pronta a tifare i propri idoli, Andreas Vittone con la sua KTM SCARP è di nuovo pronto a dare battaglia nella giornata conclusiva di coppa del mondo.
L’atmosfera che si respira è quella dei giorni migliori, Andreas è concentrato, sicuro di avere tutte le armi disponibili per battagliare con i migliori al mondo. Parte bene, si inserisce in un gruppo di 10 atleti, non indugia e prende il comando. Per diversi giri Andreas è sul tetto del mondo, si contende con rilanci e contro rilanci la prima posizione. Arriva l’ultimo giro, Andreas c’è, vuole dare la zampata finale per salire sul gradino più alto del podio, ma anche la sfortuna c’è e questa volta si posa proprio sul portacolori del team KTM PROTEK ELETTROSYSTEM. A pochi metri dal traguardo succede qualche cosa di inaspettato, una foratura, è disperazione, si ferma i box, riparte, non demorde, chiude decimo centrando la top ten. Non una delle giornate migliori, ma sicuramente, visto la caratura dell’atleta, una faccenda che forgia il carattere con la consapevolezza che il tetto del mondo è alla sua portata.
Tra gli under 23 presenti anche Marco Betteo e Michael Pecis che chiuderanno 
rispettivamente in cinquantasettesima e settantaduesima posizione complice un paio di cadute.
Tra le donne Elite Chiara Teocchi è determinata a fare bene in questo importante appuntamento di coppa del mondo.
Parte bene, non in una posizione privilegiata. Al primo giro è con il gruppo delle prime 20 al mondo, cerca di farsi strada giro dopo giro, il percorso è duro e molto tecnico e le scivolate tra le donne Elite si intensificano, causa anche di un terreno particolarmente viscido. Chiara ha il talento giusto e la tecnica migliore per rimanere con un nutrito gruppo di atlete, perde qualche posizione negli ultimi giri e chiude in ventisettesima posizione.
La gara degli uomini elite è la più attesa di giornata, schierato in griglia un Alessio Agostinelli molto motivato dal podio di La Thuile. La gamba è quella delle migliori occasione ed il percorso, nonostante diversi punti in cui superare è quasi impossibile, si addice alle sue caratteristiche. Parte con un numero di griglia piuttosto alto, si attesta in cinquantasettesima posizione dopo una leggera rimonta. Il tempo si fa minaccioso con una violenta pioggia che cambia e mischia le carte in tavola. Alessio non demorde, e supera molti atleti davanti a lui chiudendo in quarantesima posizione. Ottimo lavoro.
Yannick Parisi al rientro da un infortunio che lo ha lasciato lontano dai campi di gara per diversi giorni è impegnato invece a Biasca in Svizzera nella Vittoria Fischer Cup. La voglia di riscatto è alle stelle, così anche la voglia di rimettersi alla prova per testare il suo stato di forma.
Parte bene, rimane con il gruppo di testa, chiude la sua personale battaglia in sesta posizione assoluta confermando quindi il suo ottimo stato di forma e di recupero dal recente infortunio.  
Fabrizio Pirovano presente alla coppa del mondo per tifare i giovani arancioneri dichiara:
“Sono molto contento dei risultati ottenuti, il livello di coppa del mondo si sta sempre più alzando. Andreas stava facendo qualcosa di veramente eccezionale, aveva la vittoria in pugno. E’ stato in testa per tutti i giri, però purtroppo alle volte la sfortuna ci mette lo zampino, ed una foratura ha fatto infrangere il suo sogno di gloria. Peccato, ma siamo sicuri che il successo è nelle sue mani. E che dire di tutti gli altri atleti, veramente uno spettacolo. Sono contento, siamo sulla giusta strada per portare a casa nuovi successi.” Ora ci aspetta un’altra tappa di coppa del mondo, forza ragazzi.

 

 

 




 ;

La Veneto Classic parla veneto: vince Davide Formolo! Alexey Lutsenko wins Tour of Turkey GIRO D'ITALIA 2024, PRESENTATO IL PERCORSO OLTRE 2200 AMATORI ALLA CONQUISTA DELLA GRAN FONDO IL LOMBARDIA