Solida prestazione e sesto posto di Ole Hem all'Alpentour Trophy pubblicato il 25/06/2023

Solida prestazione e sesto posto di Ole Hem all'Alpentour Trophy
Negli ultimi due stage dell'Alpentour Trophy, la corsa austriaca a tappe di quattro giorni nella categoria UCI S1, Ole Hem è stato costantemente nella Top 10 ed ha concluso sesto in un campo di livello mondiale. 
 

25 giugno 2023, Marradi (FI) - Una gara di successo il primo Alpentour Trophy di Ole Hem, disputato ad un ottimo livello, con un solo rammarico, la penultima delle quattro tappe in cui non è riuscito a fare meglio del nono posto.  Le cose ieri in una tappa che sembrava facile a prima vista a causa dei suoi 57 Km, non sono andate proprio secondo i piani, l'obiettivo era la Top 5 in classifica generale anche se il rider norvegese sapeva benissimo che nessuno lo avrebbe lasciato scappare.
Tutto sembrava andare bene fino a metà della salita dell’Hauser Kaibling, poi il portacolori di Cannondale MTB Pro Team ha faticato e la conclusione è stata che non aveva le gambe per ottenere un risultato migliore.


”Dopo un buonissimo inizio nelle prime due tappe, purtroppo non posso essere soddisfatto.  Ho avuto una giornata al di sotto delle aspettative e ho dovuto lasciare il secondo gruppo nella salita lunga e alla fine ho solo provato a limitare i danni.  E' stata una giornata no, ma mi sono salvato e non ho preso troppo distacco, ovviamente al traguardo ero un pò deluso, ma quello che mi ha rafforzato è la certezza che nei primi due giorni ero tra i primi e che mi rimaneva un'altra possibilità per cambiare marcia", ha spiegato Hem subito dopo l’arrivo della terza tappa.
 

Ancora una volta si sono dovuti superare 13 chilometri e 1.250 metri di dislivello nell'ultima giornata dell'Alpentour Trophy, non in una corsa normale, ma in una cronometro individuale da Schladming alla malga Schafalm.  Hem ha ritrovato buone gambe e la sua prestazione, del resto, lo testimonia.  Ha fatto segnare il quinto miglior tempo a 1' 29" dal vincitore e ha concluso l'Alpentour Trophy 2023 sesto in classifica generale.
 

”Sono veramente contento perché le cronoscalate non sono il mio forte ma oggi stavo molto bene.  Sono felice di poter concludere questo mio primo Alpentour con una nota positiva, è andata anche meglio di quello che speravo, sono contento di vedere che l’allenamento in altura ha dato i suoi frutti.  Oggi stavo molto meglio, avevo forse le gambe migliori dell'anno, è stata una gara veramente dura, quattro giorni con tante salite e sempre un ritmo alto, fin dal primo giorno, sfrutterò le prossime due settimane che ci separano dalla Dolomiti Superbike per rigenerarmi.  Sono stanco ma contento, cercherò di recuperare bene per la prossima gara, ma ora non vedo l’ora di tornare a casa per qualche giorno e poi tornare in gara in Val Pusteria"




Martino Tronconi che conosce bene le difficoltà dell'Alpentour Trophy, avendolo corso per tre volte, ha voluto sottolineare la performance di Ole Hem. 


“Siamo molto contenti come squadra.  Ole ha dimostrato di poter stare davanti con i migliori, sopratutto oggi ha fatto una cronoscalata di altissimo livello, concludendo quinto ad un minuto e mezzo da Paez che ha vinto.  Peccato per il terzo giorno dove ha perso qualcosa nella generale, altrimenti, ne sono convinto, la Top 5 sarebbe stata alla portata.  Penso che il risultato di oggi faccia capire che la sua condizione è buona e soprattutto che è stato un'Alpentour in crescita, sapevamo che la forma di Ole fosse buona e non ci ha sorpreso che sia stato tra i migliori.  Nel complesso le ultime settimane sono state piuttosto buone in termini di risultati per Cannondale Pro Team, mi auguro che questo possa essere un trampolino di lancio in primis per la Dolomiti Superbike"


Credits photo - Igor Schifris / Peter Maurer



 ;

McNulty triumphs in steep finale at Valenciana Mads Pedersen tastes his first win of the season in Bess├Ęges La Veneto Classic parla veneto: vince Davide Formolo! LA MAGLIA ROSA TRA I CAPOLAVORI DELLA PINACOTECA DI BRERA