Medvedev puntuale. Una giornata da segnare alla Alta Valtellina Bike Marathon pubblicato il 31/07/2021

Medvedev puntuale.  Una giornata da segnare alla Alta Valtellina Bike Marathon

 Finalmente dopo settimane di frustrazioni e di diffcoltà, Aleksei Medvedev è tornato in modalità Mig!  Bellissima top 5 di Jacopo Billi, ma anche Daniele Mensi ha risposto presente. 

 

 

31 luglio 2021, Valdidentro  (SO) - I segnali incoraggianti delle ultime gare si sono finalmente concretizzati in una vittoria convincente, Aleksei Medvedev è tornato in modalità Mig!

Non è certo una vittoria come le altre quella che il campione russo è andato a cogliere nella Alta Valtellina Bike Marathon, diversa dalla prima ottenuta nel Parco Nazionale dello Stelvio nel 2015, del tutto differente rispetto alla prima con la maglia di SOUDAL-LEE COUGAN Racing Team alla Durona Bike lo scorso giugno.  Questo sabato resterà come un giorno simbolico nella carriera di Medvedev che finalmente dopo settimane di frustrazioni e di difficoltà seguite all'intervento chirurgico subito ad inizio stagione, ha potuto sfoggiare le sue miglior doti per promuovere il miglior risultato possibile.   35 Km dopo la partenza, Medvedev si è mosso in avanti per animare la gara e ha fatto il vuoto, battendo tutti i candidati alla vittoria finale.

"100 Km con un dislivello di 3.260 metri fanno una gara dura, ma le condizioni difficili non hanno cambiato la mia intenzione di vincere.  Ero fiducioso che se non avessi commesso errori, sarebbe stata una buona giornata.  Mi sono divertito, almeno per i primi 35 chilometri in cui ho impostato il ritmo che era adatto per me, poi quando ho deciso di forzare per vedere cosa succedeva e per rendere un pò più difficili le cose agli avversari.  Di solito per me nel mese di agosto arriva per la seconda volta il miglior stato di forma, quest’anno è arrivata prima e sono veramente contento.   Dedico questa vittoria a Stefano Gonzi e a tutti gli sponsor che la aspettavano da tempo"

Top 5 per Jacopo Billi, contento della sua gara e di un risultato coerente con l'attuale momento: "Ci siamo comportati bene come squadra, sono contento del mio quinto posto, alla fine era il massimo che potevo fare con le gambe di oggi, ho staccato per una settimana e sapevo di non essere super allenato e di soffrire un pò alla fine.  Mi sono riposato un pò dopo la Dolomiti Superbike, ma le cose andranno meglio nelle prossime gare, in ogni caso il risultato di oggi mi rende molto fiducioso.  Adesso non corro per un pò e aspettiamo fine agosto per rientrare alle gare, nel frattempo torno a lavorare seriamente e con costanza e nulla potrà ostacolare un buon finale di stagione" 

A volte non ci sono parole, ma i fatti sono crudeli.  Nei primi 40 Km Daniele Mensi si è comportato in modo impeccabile, già sulla prima salita è andato in fuga seminando il gruppo ed è rimasto davanti fino al passo Trela, per poi concludere in 18ª posizione, attardato da una foratura nella discesa verso il lago di Livigno.

"Sono deluso ma non sconfitto, è stato un week end dove ho raccolto meno di quello che si poteva raccogliere, perchè avrei potuto finire sul podio.  Ho tagliato la gomma nella discesa prima del lago di Livigno, peccato.  Ora la mano va molto meglio e riesco a guidare abbastanza bene e a mollare un pò di più i freni in discesa.  Sono fiducioso per la prossima gare a cominciare dalla Ischgl Ironbike, sono quattro giornate e visto che la gamba in salita è buona le affronto con fiducia e consapevolezza.   Sono contento per la vittoria di Aleksei perchè anche lui esce da un periodo critico e se la meritava, vediamo se settimana prossima tocca a me interrompere il digiuno!!"




 ;

Hodeg celebrates birthday with Tour of Slovakia victory Hirschi, tappa e maglia in Lussemburgo Almeida takes stage honours in Luxembourg opener Lampaert brings home the Wolfpack’s 55th win of the season