Finale dalle grandi emozioni per Cannondale MTB Professional Team pubblicato il 08/10/2023

Finale dalle grandi emozioni per Cannondale MTB Professional Team
Finale di stagione con un degno epilogo.  Alla Savigno Race arriva la quarta vittoria con Nicola Taffarel, particolarità che ha reso più avvincente l'ultima passerella di Martino Tronconi che non staccherà la licenza di corridore nel 2024. 
 

8 ottobre 2023, Marradi (FI) - Come è iniziata si è conclusa la prima stagione di Cannondale MTB Professional Team, sul podio del vincitore.  Uno strano destino, Ole Hem aveva fatto il colpo grosso ad inizio marzo vincendo all’esordio e Nicola Taffarel ha scritto il finale delle 34 giornate di gara con la vittoria alla Savigno Race a meno di 48 ore da una stupenda prestazione in Francia, alla Ford Roc Marathon.

L’annata era cominciata nel migliore dei modi, la squadra è cresciuta a piccoli passi e, miglior finale non ci poteva essere.  Le ultime due gare di Nicola Taffarel hanno reso meno amaro l’addio al mondo del professionismo della mountain bike di Martino Tronconi, un annuncio che ormai appartiene al passato.  Il futuro di Cannondale MTB Pro Team è già deciso e il team manager di Marradi, lascia l'agonismo con la consapevolezza di avere dimostrato tutte le qualità della suo progetto che ha già un grande slancio guardando al 2024.

Ford Roc Marathon
E’ la tradizione, alla Roc d’Azur il venerdì c'è la marathon, un evento sempre impegnativo, quest’anno con 91 chilometri con 2.300 metri di dislivello e una start list prestigiosa.
La classica di fine stagione in Costa Azzurra è stata vinta come nel 2021 dall'ex Campione del Mondo, Andreas Seewald e, come due anni fa, Nicola Taffarel ha chiuso sesto all’arrivo, non lontano dalla zona podio.  Il biker veneto si è distinto con una Top 10 di assoluto valore, mentre per Ole Hem non c’è stato spazio per apparire, dopo 1 ora 30’ è caduto in discesa ed è stato costretto al ritiro.

Nicola Taffarel
”Mi sentivo bene nelle ultime gare e sapevo di potermi giocare delle buone carte, ho cercato subito di stare con i primi e ci sono riuscito quasi fino alla fine.  All'ultima feed zone ero ancora in lotta per il podio e ho concluso sesto in volata prendendo la miglior posizione nello sprint a tre con Daniel 
Daniel Geismayr e Simon Schneller.
Sono molto contento sia per me che per la squadra, ci tenevo a ringraziare con un bel risultato tutti i ragazzi dello staff che ci assistono.  Con un finale di stagione simile affrontare l’inverno e progettare il prossimo anno sarà tutto più motivante"


Ole Hem
”Sono caduto in discesa mentre ero nel terzo gruppo a due minuti dal gruppo di testo e ho dovuto ritirarmi. La Roc d’Azur è una di quelle gare che mi piacciono tanto, la mia idea era quella di partire in modo controllato per essere più incisivo nell'ultima parte della gara, con questa tattica ho concluso in due occasione nella Top 10, però questa volta non sono arrivato.  Ho preso una bella botta alla testa e mi sono rotto un dente, dopo la caduta non ho voluto proseguire per evitare ogni rischio e a questo punto la mia stagione si è conclusa qui”



Savigno Race
Quella di oggi è stata più di una “semplice” vittoria nell’Appennino Emiliano per Cannondale MTB Pro Team, la giornata si annunciava emozionante, ma senza dubbio ha superato ogni aspettativa.  Al centro dell’attenzione per l’ultima gara in carriera c’era Martino Tronconi che è stato onorato dalla vittoria di Nicola Taffarel, una giornata davvero speciale in cui era necessario non farsi sopraffare dalle emozioni.
Sia Martino che Nicola sono rimasti concentrati sulla gara in questo ultimo incontro che rimarrà negli annali del team, riunito tutto a bordo tracciato per onorare e salutare i suoi campioni.

Martino Tronconi
E’ stato un magnifico finale di stagione, è stata una giornata dura, ma ho cercato di correre senza pensieri e ho chiuso sesto.  Questa gara rimarrà un bellissimo ricordo per me e per la squadra che con la vittoria Taffarel ha chiuso in modo stupendo la stagione.  Mi spiace che Ole oggi non abbia potuto essere in gara a causa delle botte prese venerdì nella caduta, oggi ha fatto il tifo per noi insieme a tutto il team che si è riunito al completo. Proprio un bel finale di stagione, è stata una bella emozione chiudere la carriera davanti alla mia famiglia e a tanti amici, è stata una festa fantastica, meglio di così non si poteva finire.  Lasciare le corse nel giorno in cui un atleta della tua squadra è sul gradino più alto del podio rimarrà per me un bellissimo simbolo”



 ;

McNulty triumphs in steep finale at Valenciana Mads Pedersen tastes his first win of the season in Bess├Ęges La Veneto Classic parla veneto: vince Davide Formolo! LA MAGLIA ROSA TRA I CAPOLAVORI DELLA PINACOTECA DI BRERA