L'ORICA GREENEDGE VINCE LA PRIMA TAPPA DEL GIRO D'ITALIA 2015 SIMON GERRANS INDOSSA LA MAGLIA ROSA pubblicato il 09/05/2015


















































































ALTIMETRIA 1a Tappa
Altimetria generale

BUONGIORNO GIRO D'ITALIA DA SANREMO






gli ultimi 200 metri della prova Crono-Squadre



SCARICA L'ORDINE DI PARTENZA DELLA CRONOMETRO A SQUADRE

Sanremo (Imperia) 9 maggio 2015 - Eccoci qui alla partenza del 98° GIro d'Italia, dopo la vigilia passata a salutare colleghi, ciclisti e addetti ai lavori, passeggiata ed ambientazione nella Città dei fiori e del Festival, con visita all'Ariston, alla partenza, la ciclabile la Presentazione a Casinò ed i vari brindisi fino a tarda notte, siamo pronti a documentarvi questa 98a edizione della Corsa Rosa.

Oggi su Sanremo splende un bel sole, ma il protagonista sarà il vento che anche se moderato, influenzerà la prestazione atletica lungo il 17.600 metri percorsi sul tracciato della vecchia ferrovia, trasformato in ciclabile, il quale collega San Lorenzo a Mare a Sanremo, dove terminerà la cronometro a squadre e si assegnerà la prima maglia rosa.

Trovate il allegato l'ordine di partenza delle formazioni partecipanti alla Crono Squadre, la planimetria ed altimetria (azzerata dalla mancanza di dislivello) .

Inoltre non perdetevi il collegamento su RaiSport con Anteprima Giro a partire dalle 14 o anche prima (visto che alle 15:10 saranno i Lampre di Ulissi, Modolo & Co, i primi a pedalare ufficialmente in questo Giro d'Italia)

Ai prossimi aggiornamenti

Andrea Magnani - Bikenews.it

 

98° GIRO D’ITALIA: BUONGIORNO DA SAN LORENZO AL MARE
La Corsa Rosa edizione 2015 al via oggi sulla splendida Riviera dei Fiori.
Cronometro a Squadre di 17,6km con partenza alle 15.10


 
San Lorenzo al Mare, 9 maggio 2015 - Buongiorno dal 98° Giro d'Italia, che partirà alle 15.10 di questo pomeriggio quando la Lampre - Merida scenderà dalla rampa di partenza di San Lorenzo al Mare per dare il via alla prima tappa, una Cronometro a Squadre di 17,6km da San Lorenzo al Mare a Sanremo.

Per la prima volta nella storia del ciclismo, una tappa di un Gran Tour si correrà interamente su una pista ciclabile, sul lungomare che collega la città di partenza e di arrivo.


ORARI
Ispezione percorso: 13.00 - 14.30
Ritrovo: 14:30 Parcheggio Vecchia Stazione, San Lorenzo al Mare
Partenza prima squadra (Lampre - Merida): 15.10
Intermedio: km 9,9 Via Stazione, Arma di Taggia
Partenza ultima squadra (FDJ): 16.55
Arrivo ultima squadra: 17.16 circa, Lungo Italo Calvino, Sanremo

TEMPO
San Lorenzo al Mare: 15:00 sole con nuvole sparse, 29°C. Vento: debole - SSW 6 km/h.
Sanremo: 17:00 sole con nuvole sparse,  24°C, Wind: moderato - WSW 13 km/h.


PERCORSO
Cronometro a squadre che si svolge nella quasi totalità lungo la Pista Ciclabile Riviera dei Fiori. Si tratta di una pista dalla carreggiata mediamente ristretta (si tratta della ex-ferrovia asfaltata e adattata) con alcune gallerie illuminate lungo il tragitto. Da segnalare a metà percorso in Arma di Taggia due svolte accentuate con un sottopasso per uscire dalla pista e passare sul cronometraggio intermedio e quindi rientrare e proseguire sulla pista fino in prossimità dell’arrivo che sarà aggiudicato sul Lungomare Italo Calvino (dove dal 2008 al 2014 terminava la Milano-Sanremo). Non sono presenti difficoltà altimetriche.

Ultimi km
Ultimi chilometri interamente in città, ma in gran parte sulla Ciclabile che si abbandona con una doppia svolta a circa 500m dall’arrivo fino alla semicurva finale verso destra che immette nel rettilineo di arrivo in asfalto di 250m (larghezza 7m).
 
I CINQUE SENSI
Il Giro d’Italia vive oramai da oltre cent’anni e, giunto alla sua 98esima edizione, rappresenta l’incarnazione dell’italianità tutta attraversando i quattro angoli del Bel Paese. E in quanto incarnazione esso ha ormai acquisito tutti i cinque sensi dell’essere umano. Attraverso la vista, l’udito, l’olfatto, il gusto ed il tatto del Giro d’Italia vogliamo darvi informazioni utili affinché possiate prendere spunto per raccontare l’Italia attraversata dalla Corsa Rosa, la corsa più dura del mondo nel paese più bello del mondo.

Gusto
Piatto tipico:  Sardenaira
È un piatto tipico sanremese e ha ottenuto recentemente dal municipio di Sanremo la De.Co. (denominazione di origine comunale). Si tratta di una focaccia condita con sugo di pomodoro, aglio, capperi sotto sale, olive taggiasche, origano e sarde fresche, che danno il nome alla gustosissima e popolare pietanza.
A cura della redazione di Oggi Cucino

Olfatto
Vini e vitigni d'Italia: Pigato
Parente del Vermentino. Ha la buccia lievemente macchiata. Probabilmente per questo il suo nome deriva dal ligure pigau (macchiato). Si guadagna la Doc solo sul finire degli anni ’80. In bocca è secco, ricco di note di macchia mediterranea (salvia e timo), accompagnate dal tipico finale lievemente amaro che ricorda la mandorla fresca.
A cura di Luca Gardini, Campione del Mondo Sommelier 2010

Udito
IL GIRO D’ITALIA È ANCHE… OPERA LIRICA
Sanremo (km 11): Nel 1965 Giuseppe Di Stefano (24 luglio 1921 – 3 marzo 2008) divenne uno dei primi famosi tenori italiani a partecipare al Festival della Canzone Italiana di Sanremo. Conosciuto per la sua lunga collaborazione con la soprano Maria Callas, i loro dischi comprendono la famosa registrazione in studio della Tosca di Puccini del 1953, diretta da Victor de Sabata e considerata da molti il miglior disco d’opera mai prodotto.
Vi consigliamo l’ascolto di: Giuseppe di Stefano in Recondita armonia (Tosca). A cura di Matt Rendell.

Vista
Il borgo antico di San Lorenzo a Mae, con la chiesetta barocca di Santa Maria Maddalena, il porticciolo, le case dai colori pastello. I percorsi lungocosta, a pedali sulla Ciclabile della riviera dei fiori, lungo vecchie ferrovie, o a piedi sui sentieri del Parco Costiero del Ponente Ligure. A Sanremo, il vecchio quartiere della Pigna e il Porto Vecchio per assaggiare il cappon magro, il giardino esotico di Villa Ormond e il Casino Municipale liberty.
A cura della redazione di Dove.

Tatto
I cesti creativi in stecche di castagno dall’entroterra di Taggia, un sacchetto di lavanda ligure della zona di Col di Nava.
A cura della redazione di Dove.


 

L'ORICA GREENEDGE VINCE LA PRIMA TAPPA DEL GIRO D'ITALIA 2015
SIMON GERRANS INDOSSA LA MAGLIA ROSA 

 
Sanremo, 9 maggio 2015 - In una splendida cornice di pubblico, l'Orica Greenedge ha vinto la prima tappa del Giro d'Italia 2015, una Cronometro a Squadre di 17,6km da San Lorenzo al Mare a Sanremo. Il corridore australiano Simon Gerrans ha indossato la prima Maglia Rosa di leader della classifica generale. Seguiranno le interviste della conferenza stampa.

RISULTATO FINALE
1 - ORICA GREENEDGE in 19'26" media 54,339 km/h
2 - TINKOFF SAXO a 7"
3 - ASTANA PRO TEAM a 13"

MAGLIE
MAGLIA ROSA – BALOCCO – Simon Gerrans (ORICA GREENEDGE)
MAGLIA ROSSA – ALGIDA – Non ancora assegnata
MAGLIA AZZURRA – BANCA MEDIOLANUM – Non ancora assegnata
MAGLIA BIANCA – EUROSPIN – Michael Matthews (ORICA GREENEDGE)

La Maglia Rosa Simon Gerrans ha dichiarato: "Credo che tecnicamente possiamo essere molto felici. Abbiamo fatto un tempo eccezionale e abbiamo dato davvero tutto. Era previsto che io passassi per primo il traguardo. È un enorme onore indossare la Maglia Rosa, anche se il mio risultato personale è dovuto alla squadra. Questa squadra ha una reputazione eccezionale nelle Cronometro a Squadre e abbiamo dei veri e propri specialisti, quindi questo risultato è un merito loro.
Speriamo che questo sia l'inizio della mia stagione. È stato molto difficile finora [ed. a seguito di una clavicola e un gomito rotti prima della stagione), ma spero che da ora in poi succedano solo belle cose."
 


LA TAPPA DI DOMANI
Tappa n. 2 – ALBENGA - GENOVA – 177km
Percorso
Prima tappa in linea prevalentemente pianeggiante, ma caratterizzata dalla prima parte mossa e tecnica con la salita del Testico dopo qualche decina di chilometri dalla partenza e i continui saliscendi e “Capi” della statale Aurelia lungo la costa della Riviera di Ponente. Il primo GPM del Giro 2015 è posto sulla salita di Prato Zanino (4a cat.) dopo Cogoleto. Giunti a Genova il percorso si immette nel circuito cittadino di 9,5km da ripetere due volte.
Ultimi km
Circuito interamente cittadino di 9,5km da percorre due volte. Linea di arrivo in via XX Settembre e passaggio in Piazza de Ferrari (da segnalare un breve tratto in lastricato), quindi discesa fino a Piazza Brignole dove la strada inizia lentamente a salire fino Piazza Verdi dove si affronta circa 1km al 4% per portarsi ad Albaro. Segue un falsopiano e la discesa verso Boccadasse dove si ritrova il lungomare. Percorso pianeggiante fino all’ultimo km (interamente rettilineo) dove la strada sale costantemente con pendenze che sfiorano il 2%. Rettilineo di arrivo in asfalto (larghezza 8m).

 
    

GERRANS, PRIMUS INTER PARES – GIRO D'ITALIA 2015, PRIMA TAPPA
Conferenza Stampa di Simon Gerrans, la prima Maglia Rosa.
Inoltre: risultati completi, foto della gara, audio della conferenza stampa, interviste video. 

 
Sanremo, 9 maggio 2015 - La squadra australiana Orica GreenEdge ha vinto la tappa di apertura del Giro d'Italia 2015, una Cronometro a Squadre di 17,6km lungo la pista ciclabile da San Lorenzo al Mare a Sanremo. Simon Gerrans, il primo corridore della Orica GreenEdge a tagliare il traguardo, diventa il primo leader del Giro d'Italia, indossando la Maglia Rosa.

Tappa corsa in condizioni di caldo, di sole ma con folate di vento. La Orica GreenEdge è stata acclamato da una folla festante durante tutto il percorso, vincendo con il tempo di 19'26", velocità media di 54,339 km/h, 7 secondi più veloce rispetto alla Tinkoff Saxo, seconda, e 13 secondi più veloce dell'Astana Pro Team, terza.
 


Simon Gerrans (Orica GreenEdge) – conferenza stampa con domande e risposte:

D: È vero che avete provato il percorso sei volte questa mattina?
R: Non lasciare mai che la verità rovini una buona storia! Noi non lo abbiamo provato sei volte. Abbiamo provato due volte ieri e una volta questa mattina, come la maggior parte delle altre squadre. Il nostro vantaggio è che abbiamo un paio di veri specialisti delle Cronometro a Squadre, alcuni tra i migliori al mondo in questa disciplina, e poi un gruppo di altri ragazzi che conoscono il loro ruolo e in grado di eseguirlo al 100%. È stato fantastico vincere oggi sapendo che eravamo i grandi favoriti, e il motivo per cui abbiamo vinto era che tutti hanno rispettato il piano della mattina. È un vero vanto per la squadra aver vinto, e vorrei aggiungere che la squadra è sempre stata una parte fondamentale dei miei successi, ma mai come oggi. Se potessi tagliare la maglia in nove pezzi e distribuirla lo farei, mentre la parte posteriore dovrebbe essere tagliata in 50 pezzi da dividere tra tutto il personale dell'Orica GreenEdge, il management e gli sponsor che hanno contribuito a questo successo.

D: Che cosa si prova ad essere in Maglia Rosa, dopo gli infortuni di inizio stagione?
R: Ho avuto un inizio difficile di stagione. Mi sembrava di essere sempre di ritorno da un infortunio. Ho perso il mio primo obiettivo della stagione, il Tour Down Under, e poi alle Strade Bianche ho avuto un'altra battuta d'arresto, dovendo rinunciare al mio secondo obiettivo della stagione, le classiche delle Ardenne. Spero che la mia sfortuna sia finita.

D: Molti pensavano che Michael Matthews avrebbe indossato la Maglia Rosa oggi. È stato deciso in anticipo che l'avresti presa tu?
R: In Orica GreenEdge siamo davvero uniti e non avrebbe avuto importanza chi avrebbe attraversato il traguardo per primo. Saremmo stati comunque tutti felici. L'argomento non è stato trattato fino a poco prima della tappa, quando Matthew White ha detto che io dovevo attraversare la linea per primo. Penso ci siano due ragioni. La prima è che abbiamo alcuni specialisti molto forti nelle Cronometro a Squadre, il cui compito era quello di spingere fino a un paio di chilometri dall'arrivo e poi staccarsi, lasciando avvantaggiato il gruppo di corridori con la migliore possibilità di tenere la maglia per qualche giorno. Domani sarà una tappa in volata, quindi Michael Matthews ha le migliori possibilità di prendere la maglia. Per le tappe in salita abbiamo Weening e Chaves. Ora l'obiettivo è quello di difendere la maglia per alcuni giorni.



LA TAPPA DI DOMANI – I CINQUE SENSI
Tappa n. 2 – ALBENGA - GENOVA – 177km

Gusto
Piatto tipico: Trenette al pesto
È una specie di bandiera della cucina ligure, che spesso si avvale non solo di prodotti locali, ma anche di prodotti provenienti da zone con cui nei secoli i liguri hanno avuto contatti. Le trenette, a metà strada tra spaghetti e linguine, sono una pasta sottile a sezione ellittica. Il condimento è una salsa chiamata pesto (perché tutti gli ingredienti vengono “pestati” insieme a crudo) costituita da Basilico Genovese, pinoli e aglio con Parmigiano, Pecorino Sardo e olio extravergine di oliva. La ricetta base prevede che le trenette vengano accompagnate da fagiolini lessati e pezzetti di patate lesse.
A cura della redazione di Oggi Cucino

Olfatto
Vini e vitigni d'Italia: Ormeasco
Siamo sulle colline che guardano la partenza di tappa. Qui cresce l’Ormeasco, vitigno a bacca rossa che in Piemonte prende il nome di Dolcetto. In bocca, compatibilmente con una vinificazione che non preveda legno, ricorda la frutta fresca rossa (ciliegia, amarena e frutti di bosco) lievemente speziata. Tannini molto morbidi. 
Bianchetta Genovese
Il nome deriva chiaramente dal colore. In origine la sua coltivazione si spingeva quasi sino alla provincia di Massa. Molto simile all’Albarola, altro vitigno tipico della Liguria, produce vini fruttati, anche se dotati di un rinfrescante finale balsamico. Da provare con i piatti della cucina di ligure, in particolar modo quelli a base di verdure.
A cura di Luca Gardini, Campione del Mondo Sommelier 2010

Udito
IL GIRO D’ITALIA È ANCHE… OPERA LIRICA
Genova (km 173): Il Teatro Carlo Felice è il principale teatro d’opera di Genova. È stato inaugurato il 7 aprile 1828 con una versione specificatamente adattata di Bianca e Fernando di Vincenzo Bellini, con autore del libretto lo scrittore genovese Felice Romani. Alina, Regina di Golconda di Gaetano Donizetti è stata messa in scena per la prima volta al Teatro Carlo Felice il 12 maggio 1828.
Vi consigliamo l’ascolto di: Daniela Dessi che canta Eri di notte il sogno, eri il pensier del di.
A cura di Matt Rendell.

Vista
Il palazzo vescovile e il centro medievale di Albenga. Il nuovo Museo della Ceramica multimediale di Savona. L'acquario nel porto di Genova, Galata, il Museo del Mare, con il sommergibile Nazario Sauro, e i Palazzi dei Rolli, simbolo dell'epoca d'oro della Repubblica Marinara.
A cura della redazione di Dove.

Tatto
La ceramica d'arte di Albisola e il vetro soffiato di Altare, appena nell'entroterra.
La tappa passa da Arma di Taggia, vicino a Sanremo, dove, secondo la leggenda, il grande barman Martini, che lavora a New York nell'hotel Knickerbocker nel 1912, ha inventato il cocktail che porta il suo nome, il Martini Dry.
A cura della redazione di Dove.
 
 
COMUNICATI STAMPA DALLE SQUADRE
 
 
 

Sunday, 10 May 2015

 
  img_more_than_a_ride  
 
 

ORICA-GreenEDGE conquer Giro d'Italia team time trial to put Gerrans in pink

 
     
 

ORICA-GreenEDGE claimed the opening team time trial at the Giro d’Italia in San Remo yesterday, seven seconds faster than nearest rivals Tinkoff-Saxo.

The Australian outfit finished the 17.6km race against the clock in 19minutes 26seconds, 2014 Liege-Bastogne-Liege champion Simon Gerrans the first rider across the line to claim first honours in the pink ‘maglia rosa’ leader’s jersey.

“If I could chop the front of this jersey into nine pieces and share it amongst my teammates I would,” Gerrans said.

“Then the back of the jersey needs to be chopped into about 50 pieces for everyone involved in the ORICA-GreenEDGE organisation because it’s a real credit to everybody within the team that we have these successes.”

As riders negotiated the fast and flat course along the Italian coastline, much of which via a narrow bike path, a head wind assisted the strong team which included time trial specialistsMichael HepburnLuke DurbridgeSam Bewley andBrett Lancaster.

“We weren’t quite sure what to expect with the bike path but it ended up being a fantastic course, a little technical in parts but very fast,” Gerrans said. “Then with the head wind we had, it really suited the strong team we had here.”

Gerrans was thrilled to pull on the leader’s jersey to end a tough start to the season.

“I’ve had a difficult start to this year but I said all along things can change really quickly and I can’t think of a better way,” the 34-year-old said.

Read the full report here.

 
     
 

#insideOGE: Esteban Chaves, Giro d'Italia Stage 1 TTT

 
image_cycling
 

“The word is survivor,” Chaves said. “It’s a strange feeling. We won, but I was no help to the team, nothing, I didn’t push one metre.”

“In the bus before the start you could feel the tension, the pressure. It was a really good team for the victory and we were the favourites. The tension was in the ambiance."

Whilst the playful smile of Esteban Chaves attracted some attention with his podium celebrations, captured above by ‘Kramon’, the Colombian’s unique day in the office went under the radar.

It’s one he describes as survival, and it’s one that is worth a read in the lastest edition of #insideOGE.

 
COMUNICATI STAMPA DALLE SQUADRE
 
Team LAMPRE-MERIDA

LAMPRE-MERIDA 21^ nella cronosquadre

LAMPRE-MERIDA, 21st in the team time trial

9 maggio 2015

Per la LAMPRE-MERIDA, apertura di Giro d'Italia non allo stesso livello dell'alta attenzione mediatica suscitata nei giorni antecedenti la partenza grazie a molteplici spunti di interesse (internazionalità del team, italiani di qualità come Modolo e Ulissi, presentazione della nuova bici Scultura Merida, nuovi casci da crono Suomy).

Nella 1^tappa, una cronosquadre di 17,6 km da San Lorenzo al Mare a Sanremo, la formazione blu-fucsia-verde (foto Bettini) ha fatto registrare il 21° tempo, 20'25" alla media di 51,722 km/h.
Il divario dalla squadra vincitrice, la Orica GreenEdge, è di 59".
Prima maglia rosa dell'edizione 2015 è sulle spalle di Gerrans.

Il ds Orlando Maini ha provato ad analizzare la prestazione del team: "La preparazione della prova, lo studio del percorso e gli allenamenti svolti nei giorni scorsi erano stati accurati, ma non hanno trovato concretizzazione in gara. La prestazione è stata sottotono, alcuni dei nostri ragazzi non sono riusciti a dare il contributo al livello che ci attendevamo, forse ha inciso un po' di emozione.
Sapevamo di non poter competere per le prime posizioni, ma ambivamo comunque a qualcosa di meglio di quanto ottenuto: ora subito concentrati con la voglia di trovare pronto riscatto".

CLASSIFICA DI TAPPA
1- Orica GreenEdge 19'26"
2- Tinkoff-Saxo 7"
3- Astana 13"
4- Etixx-Quick Step 19"
5- Movistar 21"
21- LAMPRE-MERIDA 59"

CLASSIFICA GENERALE
1- Gerrans 19'26"
2- Matthews s.t.
3- Hepburn s.t.
4- Weening s.t.
144- Ulissi 59"



The start of the Giro d'Italia for LAMPRE-MERIDA was not at the same level of the high media exposure that the team had received in the days before the kick off thanks to the various interesting topics concerning the team (internationality of the roster, presentation of the new bike Merida Scultura, top quality Italian rider such as Modolo and Ulissi, new time trial helmets Suomy).

In the first stage, a team time trial, the blue-fuchsia-green team (photo Bettini) covered the 17,6 km from San Lorenzo a Mare to Sanremo in 20'25" (average speed of 51,722 km/h), obtaining the 21st position, 59" more than the performance of the winning team Orica GreenEdge.
The fist pink jersey is worn by Gerrans.

The sport director Orlando Maini analyzed the team performance:"The trainings, the study of the course, the setting of the details in the past days were made in the most possible accurate way, but they were not confirmed today. 
The performance was not at a high level, some of our athletes could not be as competitive as we could imagine, probably the emotion played a bad trick. 
We were aware we could have not been able to compete at the same level of the top specialist teams, but we aimed to do better than what we did: this is a spur to try to achieve a good result already in tomorrow stage".

STAGE RESULTS
1- Orica GreenEdge 19'26"
2- Tinkoff-Saxo 7"
3- Astana 13"
4- Etixx-Quick Step 19"
5- Movistar 21"
21- LAMPRE-MERIDA 59"

OVERALL CLASSIFICATION
1- Gerrans 19'26"
2- Matthews s.t.
3- Hepburn s.t.
4- Weening s.t.
144- Ulissi 59"

 

COMUNICATI STAMPA DALLE SQUADRE
 
9 May, 2015
<upload.jpg>

GIRO D'ITALIA: BUONA CRONOSQUADRE PER IL #GREENTEAM
 
Inizia con il piede giusto il 98° Giro d’Italia per la Bardiani – CSF, ottima protagonista nella cronosquadre inaugurale che da San Lorenzo al Mare portava fino a Sanremo su un pista ciclabile di 17.6km.
Il #Greenteam ha tagliato il traguardo in 20:03 minuti, classificandosi in 14° posizione a 0:37 secondi dalla vincitrice Orica Greenedge che ha nettamente battuto tutti con il tempo di 19:26 minuti.
La prestazione complessiva della Bardiani - CSF, la più giovane squadra al via, è quindi stata veramente buona: migliore Pro Continental ed esiguo distacco da compagini World Tour come Team SKY (+ 0:10 secondi), BMC (+0:12 secondi) e Trek (+0:08 secondi).
 
Classifica 1° Tappa Giro d’Italia, 17.6km
1. Orica Greenedge 19:26
2. Tinkoff – Saxo 0:07
3. Team Astana 0:13
4. Etixx – Quick Step 0:19
5. Movistar 0:21
6. BMC Racing Team 0:25
7. IAM Cycling st.
8. FDJ.fr 0:26
9. Team SKY 0:27
10 Team Katusha st.
15. Bardiani – CSF 0:37
 
DICHIARAZIONI
 
Roberto Reverberi:”Al di là del piazzamento finale possiamo essere soddisfatti di come siamo andati e del minimo distacco che abbiamo avuto dalla maggior parte delle più forti squadre World Tour. I nostri ragazzi hanno corso al meglio lungo i 17.6km della crono. Negli ultimi 2km abbiamo sacrificato Boem che con una lunga trenata ha aumentato sensibilmente la velocità, lanciandoci verso il traguardo nel migliore dei modi. La buona prestazione offerta quest’oggi è anche frutto del lavoro dei nostri sponsor che ci stanno mettendo a disposizione materiali veramente performanti e all’avanguardia”. 
 
PROSSIMA TAPPA

Domani il Giro d’Italia presenta la prima tappa in linea che da Albenga arriverà nel centro della città di Genova dopo 177km. L’arrivo, in leggerissima salita al 2%, è perfetto per un arrivo in volata.

GIRO D'ITALIA: GOOD OPENING TEAM TIME TRIAL
 
The 98th Giro d’Italia starts in a good way for Bardiani – CSF who made a solid team time trial from San Lorenzo al Mare to Sanremo for 17,6km.
The #Greenteam crossed the finish line in 20:03 minutes, taking the 14th position 0:37 seconds from the winner Orica – Greenedge that with a impressive time of 19:26 proved to be the strongest on the field.
Bardiani – CSF’s good perfomance has been confirmed by the small gap from World Tour teams like Team SKY (+0:10 seconds), BMC Racing Team (+ 0:12 seconds) and Trek (+0:08 seconds). In this was the #Greenteam was the best Pro-Continental and the first italian team as well. 
 
Results Giro d’Italia Stage 1, 17.6km
1. Orica Greenedge 19:26
2. Tinkoff – Saxo 0:07
3. Team Astana 0:13
4. Etixx – Quick Step 0:19
5. Movistar 0:21
6. BMC Racing Team 0:25
7. IAM Cycling st.
8. FDJ.fr 0:26
9. Team SKY 0:27
10 Team Katusha st.
15. Bardiani – CSF 0:37
 
REACTIONS
 
Roberto Reverberi:”Going over the 14th position, we can be satisfied about our performance and the small gap from several top World Tour teams. Our guys raced really well during the 17.6km of time trial. When we entered in the final 2km Boem made a strong push in front, delivering the squad in the best way inside the final straight. Today good performance was possible also thanks to our sponsor and partners who supply us with great equipments”. 
 
NEXT STAGE
The Giro d’Italia presents tomorrow the first road stage from Albenga to Genova of 177km. The arrival looks good for a massive bunch sprint.
     
 

COMUNICATI STAMPA DALLE SQUADRE
 
OPQS
Giro d'Italia: Eitxx - Quick-Step Top Five in Opening Time Trial!
09-May-2015: Etixx - Quick-Step Cycling Team earned a 4th place finish on Saturday for the 17.6km Stage 1 TTT of the Giro d'Italia, finishing with a time of 19'45" (53.468km/h) in the race from San Lorenzo Mare to Sanremo.

The team finished 19" down on stage winner Orica-GreenEDGE, who crossed the line at 19'26" (54.340km/h). Tinkoff-Saxo was 2nd (+7"), and Astana rounded out the podium in 3rd (+13"). The parcours was seen as conducive for a fast time trial, but with a couple tricky corners.

Etixx - Quick-Step looks next to 177km Stage 2 from Albenga to Genova. The stage strongly favors a bunch sprint arrival as there is only one categorized climb. There is a two-lap 6.8km finishing circuit before a flat finishing straight in Genova. 

"I think it was a nice day for us," Uran said. "We did a good team time trial. It was a bit more windy than yesterday, and that made the course even harder. It would have been difficult to win today because there are teams like Orica-GreenEDGE that are more structured in the 2015 Giro for this kind of effort. But we are happy. We prepared well for this race and we can't complain about a 4th place finish. Starting tomorrow it is basically a whole new race. It will be a difficult first week including a difficult 3rd stage and even an uphill finish in the 5th stage. But what we learned from the last Giro d'Italia is that everyday something can happen. We will do our best and look forward to the next days."
 

 



 ;   444_3_Ordine_di_partenza_01.pdf   444_tappa_dettagli_tecnici_planimetria_01.jpg   444_tappa_dettagli_tecnici_altimetria_01.jpg   444_55 Ordine di arrivo.pdf   444_4 Classifica Generale.pdf   444_3 ARRIVO DI TAPPA Dettagliato.pdf   444_2 Classifica cronometro squadre.pdf

Video

 ;



Foto
All Photo © La Prssse/RCS Sport
Simon Gerrans prima maglia rosa del 98° Giro d'Italia - © Photo La Presse/RCS Sport
l'AG2R con Pozzovivo e il romagnolo Montaguti © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Team Androni con Franco Pellizotti © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Fabio Aru © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Manuel Belletti © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Team Cannondale Garmin © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Team Cannondale Garmin © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Simon Gerrans © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Team Katusha con Luca Paolini © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Il Team Orica GreenEdge di Simon Gerrans va a vincere la cronometro di Sanremo © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Alessandro Petacchi guida la Sounthest del romagnolo Manuel Belletti © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Richie Porte © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Team Sky © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Team Sky © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Team Sky © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
© Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
Michoel Rogers porta Contador in carrozza verso il traguardo © Photo Andrea Magnani - Bikenews.it
TADEJ POGACAR ha vinto il GIRO D'ITALIA edizione 107 - TIM MERLIER [...] LA MAGLIA ROSA TADEJ POGACAR VINCE LA VENTESIMA TAPPA DEL GIRO [...] ANDREA VENDRAME VINCE LA DICIANNOVESIMA TAPPA DEL GIRO D’ITALIA [...] TIM MERLIER VINCE LA DICIOTTESIMA TAPPA DEL GIRO D’ITALIA TADEJ [...]