Giornata semplicemente stellare per la Trentino Cross Giant Smp pubblicato il 13/11/2017

Giornata semplicemente stellare per la Trentino Cross Giant Smp
Fontana, Casasola, Zontone e Olivo vincono nel Trofeo Triveneto. Bulleri maglia rosa

E’ stata una giornata a dir poco memorabile per la Trentino Cross Giant Smp. La formazione di Cles presieduta da Giorgio Leonardi è stata protagonista assoluta nel Giro d’Italia di ciclocross e nel Trofeo Triveneto.

A Grumo Nevano, in provincia di Napoli, nella terza tappa del Giro d’Italia, l’Elite Alessia Bulleri è riuscita, dopo numerosi piazzamenti, ad alzare le braccia al cielo. L’atleta elbana di Marciana Marina classe 1993 ha preceduto la piemontese Nicole Fede. La maglia rosa della classifica generale è rimasta in casa Trentino Cross, passando da Sara Casasola, impegnata oggi nel Trofeo Triveneto, ad Alessia Bulleri, vincitrice a Grumo Nevano.

Tra gli allievi ottima prestazione del bellunese di Santa Giustina Daniel Cassol, che ha terminato in terza posizione, cedendo la maglia rosa per solo un punto. Vittoria per il marchigiano Gabriele Torcianti.

Il resto della truppa della formazione nonesa ha gareggiato a Salvatoronda, nel trevigiano, nella tappa del Trofeo Triveneto di ciclocross, collezionando uno splendido poker di vittorie.

Nuova vittoria per il friulano di Fiume Veneto Bryan Olivo, che ha attaccato sin dalle tornate iniziali. L’alfiere Trentino Cross è riuscito di precedere Edoardo Tagliapietra della Libertas Scorzè e Riccardo Pivato della Sportivi del Ponte.

Tra gli juniores ancora una volta non c’è stata storia. Il trevigiano di Fregona Filippo Fontana ha distanziato gli avversari sin dalle pedalate iniziali e, giro dopo giro, ha messo in saccoccia un vantaggio da vero dominatore. Il campione italiano ha inflitto un gap di più di un minuto e mezzo a Tommaso Dalla Valle della Ktm e Davide Toneatti della Jam’s Bike.

Gara da protagonista assoluta anche per Sara Casasola tra le donne open. La friulana di Majano, primo anno tra le donne under 23, dopo la delusione al campionato europeo di Tabor, ha nuovamente sfoderato tutta la propria agilità e potenza, distanziando dopo le prime tornate la diretta avversaria Anna Oberparleiter. La beniamina Trentino Cross ha preceduto di quasi un minuto l’elite della Lapierre e Giovanna Michieletto (Scorzè). Non ha potuto gareggiare la trentina di Cles Elena Leonardi, che purtroppo sta ancora pagando le conseguenze al ginocchio dopo la caduta di qualche settimana fa a Buja.

Vittoria tra le donne juniores per Asja Zontone, che ha preceduto Patrizia Critelli (Zanolini) e Virginia Grego (Scorzè).

Tra gli open il friulano di Colloredo Marco Ponta è riuscito a mantenere la maglia di leader della classifica. Nelle fasi iniziali a causa di una scivolata non è riuscito a rimanere alla ruota di Enrico Franzoi della Damil che è andato ad imporsi. Seconda posizione per Martino Fruet (Lapierre) e terza per Marco Ponta. Settima posizione per il bellunese Davide Malacarne, che gara dopo gara sta cercando di ritrovare la condizione che nel 2005 tra gli juniores gli consentì di diventare campione del mondo.

Sono indubbiamente soddisfatto dei risultati che abbiamo ottenuto oggi” – commenta il direttore tecnico Daniele Pontoni – “Sono contento del comportamento generale dei ragazzi prima ancora che dei risultati. Tante vittorie che ci proiettano le prossime settimane verso gare internazionali dove i ragazzi saranno ancora più motivati”.




 ;

GP GUERCIOTTI: SHOW ALL’IDROSCALO. IL BIS DI MEISEN E IL RITORNO DI [...] TOUR OF HAINAN: IL TRIS DI JAKUB MARECZKO Lotto Soudal: Wellens triumphs in China Tour of Guangxi: Gaviria nets Quick-Step Floors’ 55th UCI win of [...]